Il 13 febbraio, presso l’Armani Hotel di Milano, è stata presentata alla stampa Prima Classe ltalia, l’Associazione nazionale delle dimore e dell’alta qualità esperienziale italiana, nuovo socio di Federturismo Confindustria.

L’ingresso nell’associazione, che rappresenta il comparto del turismo del lusso, dimore storiche e di elevato valore artistico/culturale e di servizi di alto profilo personalizzato (aerei privati, yacht, ecc), sarà vincolato ad uno screening che, tra le priorità richieste, prevede una proprietà e un management italiani. La mission di Prima Classe Italia è anche quella di interloquire con i referenti istituzionali e tutelare il patrimonio dell’eccellenza, evidenziando che il segmento luxury è in grado di generare benefici economici in tutto l’indotto.
Le statistiche nazionali e internazionali relative al “luxury”, ha sottolineato il Presidente Caire di Lauzet nel suo intervento, riportano una crescita costante di questo segmento che sfiora il 10% annuo almeno fino al 2025, e un incremento della spesa nel lusso esperienziale e personale del 20,5%. Il Presidente Iorio ha espresso soddisfazione per l’adesione della nuova associazione ed ha evidenziato come il turismo del lusso e di alta gamma sia un segmento in forte espansione che negli ultimi anni è cresciuto a ritmi sostenuti e per il quale si prevede fino al 2020 un’ulteriore crescita della spesa e della durata media dei viaggi. Se fino a due anni fa solo il 35% dei clienti prenotava più di quattro viaggi di lusso, oggi questa percentuale ha raggiunto il 50% .

Per maggiori informazioni: direzione@primaclasseitalia.it