E’ sempre più condivisa la convinzione che cultura e turismo culturale rappresentano rilevanti assi strategici su cui puntare per rilanciare lo sviluppo del Paese. Questi temi saranno approfonditi mercoledì 12 febbraio a partire dalle 9.00, presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, nel corso del convegno promosso da Formez e Federculture “L’Italia tra asset strategici e criticità strutturali”.

L’obiettivo è approfondire e qualificare con proposte concrete gli interventi di sistema in grado di disegnare un percorso condiviso di valorizzazione del patrimonio culturale in chiave turistica favorendo la concertazione tra i diversi livelli istituzionali e sviluppando un positivo rapporto di partenariato pubblico-privato. Ai saluti di apertura del Presidente di Federculture Roberto Grossi, del Presidente Formez Carlo Flamment e del Sindaco di Torino Piero Fassino, seguirà a partire dalle 10.30 la Tavola Rotonda dal titolo “Ripensare una nuova politica turistico-culturale-industriale per il Mezzogiorno”, alla quale interverranno, tra gli altri, il Presidente di Federturismo Confindustria Renzo Iorio, il Sottosegretario del Mibact Ilaria Borletti Buitoni, l’Ad della Bit Enrico Pezzali e l’ Assessore alla Cultura della Regione Calabria Mario Caligiuri. La sessione della mattina sarà chiusa dal Ministro per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo Massimo Bray. Nella sessione pomeridiana, dopo la presentazione da parte di Euromonitor International dei dati del turismo mondiale per il periodo 2014-2020, alle 15.30 il Sottosegretario del Mibact Simonetta Giordani, l’Assessore alla Cultura della Regione Abruzzo Mauro Di Dalmazio, l’Assessore al Turismo della Regione Toscana Cristina Scaletti si confronteranno sul tema dell’importanza del brand Italia come offerta unica aggregata.

Per maggiori informazioni: www.formez.it; www.federculture.it