Saranno 10 milioni gli italiani che partiranno per le vacanze di Pasqua inaugurando così i viaggi primaverili e soggiornando prevalentemente in casa di parenti e amici e nelle strutture alberghiere in particolare nei 4 e 5 stelle dove si segnala un incremento del 2% delle prenotazioni.

Le mete preferite, per i viaggiatori che rimarranno in Italia, saranno le città d'arte come Roma in cui sono previste 1,5 milioni di presenze con una crescita del 2,5% rispetto all'anno scorso, Venezia e Firenze, ma anche il mare e la montagna. La permanenza media nel nostro Paese sarà di tre notti con una spesa di circa 300 euro. Per chi opterà per l’estero la scelta ricadrà sulle capitali europee Amsterdam, Londra e Barcellona con una spesa di circa 600 euro, ma anche sul mare delle Canarie e di Tenerife. Mentre per chi avrà più tempo a disposizione e deciderà di approfittare del ponte del 25 aprile rimane sempre in voga l’intramontabile New York e si riscontra un forte interesse per gli Emirati Arabi e il Giappone. Nelle stazioni ferroviarie si registrerà un incremento del 7% di passeggeri rispetto alla Pasqua 2016, grazie anche al potenziamento delle Frecce e degli Intercity. Negli aeroporti di Malpensa e Linate, nella settimana dal 12 al 18 aprile, transiteranno 650.000 passeggeri (+13,9%): giovedì 13 aprile sarà la giornata di picco per le partenze con 55.000 passeggeri e martedì 18 con 54.000 passeggeri la giornata con i maggiori rientri. Infine buone notizie provengono dal fronte internazionale dal quale si prevede una crescita del 2% degli arrivi in particolare da Germania, Francia, Spagna e Paesi dell’Est.

 

Per maggiori informazioni: b.ongaro@federturismo.it

e-max.it: your social media marketing partner